Escherichia Coli e M.I.C.I.


Sul numero di maggio della rivista Gut è apparso un articolo relativo ad uno studio che ha messo in relazione l’infezione da Escherichia coli (vedi nota) e malattie infiammatorie dell’intestino. Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori guidati dal dott. Dr. Denis O. Krause dell’Università di Manitoba, Winnipeg.

Partendo dal presupposto che nelle m.i.c.i. c’è un deterioramento delle giunzioni tra le cellule intestinali, è stato evidenziato che l’E. coli prelevato da tessuti di pazienti con IBD è in grado di produrre alcune proteine responsabili di tale deterioramento. L’esatta modalità di azione non è ancora chiara.

Sono stati messi, pertanto, a confronto campioni bioptici di tessuto prelevati da 32 pazienti con IBD (13 con mdc e 19 con colite ulcerosa) con 15 campioni di persone sane. I risultati hanno confermato una più abbondante presenza di E. nei pazienti con IBD rispetto ai soggetti sani di controllo.

In una nota editoriale il Dr. Jonathan M. Rhodes dell’Università di Liverpool, UK ha sottolineato che questi risultati sono in linea con quelli di altri studi analoghi e aumentano quindi la possibilità che l’E. coli potrebbe diventare “un nuovo obiettivo terapeutico” per le IBD.


 

Pubblicato in Articoli, Studi informativi Taggato con: , , ,