Mongersen, un farmaco del futuro per il Crohn

È stato sperimentato su 166 pazienti fra Italia e Germania un nuovo farmaco, messo a punto nell’Università di Tor Vergata di Roma, che limita la produzione di Smad7, una proteina presente in eccesso nell’intestino dei pazienti con malattia di Crohn e che amplifica il processo infiammatorio.

I pazienti sottoposti a terapia con Morgersen per due settimane hanno evidenziato una remissione nell’80% dei casi, il 60% dei quali l’ha mantenuta per tre mesi.

Sarà avviato uno studio di Fase III, con un maggior numero di pazienti.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati (e sono accessibili in lingua inglese) su The New England Journal of Medicine.

L’articolo completo si può leggere su lastampa.it.

Avatar utente
ezio
Pubblicato in Sperimentazioni Taggato con: , ,